Doctor Loveskin - Massaggi
Tutti i benefici del massaggio Ayurvedico
24/03/2020
 

Combatti la cellulite con il bendaggio estetico


 
 
 

I bendaggi estetici anticellulite fanno parte di quegli interventi capaci di migliorare la condizione del microcircolo veno linfatico, per questo è importante capire quali effetti determinano il freddo e il caldo sui tessuti.

Il calore

Il calore, a contatto con la pelle provoca modificazioni cutanee con aumento del metabolismo ed effetti sulle terminazioni nervose cambiandone il grado di percezione e divenendo più sensibile. L’impiego del calore provoca un effetto chiamato vasodilatazione ovvero un aumento del lume del vaso e del flusso sanguigno:per conseguenza si ha un aumento del metabolismo dei tessuti ed un’azione trofica che provoca nutrimento ed ossigenazione di questi ultimi, sia localmente sia su tutto il corpo. Inoltre il calore svolge un’azione rilassante sulle fibre muscolari diminuendo il dolore qualora sia presente.

Il freddo

Il freddo a differenza del calore svolge un’azione riducente del lume del vaso che si può definire vasocostrittrice e decongestionante, provocando un drenaggio dei liquidi verso le vie di scarico e liberando i tessuti da congestione ed edema.

Impiego del caldo e del freddo in estetica

Il bendaggio è usato in estetica al fine di intervenire su problemi circolatori come:

  • stasi del microcircolo veno linfatico delle vene safene e del circolo linfatico,dolore e formicolio agli arti inferiori
  • capillari evidenti
  • ritenzione idrica
  • cellulite, ovvero pelle a buccia d’arancia, cuscinetti

Utilizzo

I bendaggi vengono applicati sulle gambe con strisce di garza contenenti sostanze funzionali: le sostanze di cui sono imbevute vengono assorbite dalla pelle favorendo un’azione di drenaggio attraverso la compressione delle bende composte da miscele di oli essenziali, betulla, pilosella, geranio, focus, menta, centella asiatica etc; Devono essere arrotolati attorno alla gamba a forma di spirale e lasciati in posa per almeno 30 minuti e poi rimossi.

Tipologie

I bendaggi possono essere:
  • rassodanti
  • disintossicanti
  • riducenti
  • anticellulite

I bendaggi caldi

particolarmente indicati per l’inverno, attraverso il riscaldamento delle zone trattate favoriscono la vasodilatazione dei vasi sanguigni producendo sudorazione ed ossigenazione di cellule e tessuti.

Controindicazioni dei bendaggi caldi:

Non possono essere effettuati trattamenti caldi nel caso di:

  • problemi cardiaci, ipertensione, pressione bassa e trombosi
  • pelle sensibile o non sana
  • varici o problematiche venose

i bendaggi freddi:

Indicati nelle stagioni calde con soluzioni riducenti e rassodanti per gambe, addome, seno e braccia sono vasocostrittori ossia contrastano la vasodilatazione; svolgono un’azione che riduce il lume venoso e riducono il gonfiore e la pesantezza degli arti inferiori. Migliorano il sistema linfatico, circolatorio, il metabolismo e sono consigliati in tutti i casi in cui non possano essere utilizzati quelli caldi, in caso di varici e fragilità capillari. La fasciatura sviluppa un freddo intenso sulla zona trattata, provocando per reazione un’aumento dell’attività metabolica, un rinforzamento dei capillari che tonificando si daranno luogo ad una naturale eliminazione dei liquidi in eccesso.

Questo trattamento risulta più efficace se abbinato a sedute di pressoterapia.

Articoli Correlati

     

    Scopri i trattamenti del Doctor Loveskin